Home » OSSIGENO OZONO TERAPIA » OZONO TERAPIA NELLE ERNIE DISCALI LOMBARI: RISULTATI SULLA EFFICACIA E SICUREZZA

OZONO TERAPIA NELLE ERNIE DISCALI LOMBARI: RISULTATI SULLA EFFICACIA E SICUREZZA

OZONO TERAPIA NELLE ERNIE DISCALI LOMBARI: RISULTATI SULLA EFFICACIA E SICUREZZA - Dr. Vanni VERONESI

Nel 2010 Steppan J (1) ha compiuto una revisione degli studi scientifici pubblicati nella letteratura medica sulla efficacia e sulla sicurezza dell'ossigeno ozono terapia per il trattamento dell'ernia discale lombare.

 

Questo studio ha eseguito una metanalisi cioè ha applicato un metodo statistico che permette di valutare i risultati di numerosi studi per ottenere la media dei risultati. 

Sono stati analizzati 12 studi scientifici su circa 8.000 pazienti con età compresa tra i 13 e 94 anni e con tutti i tipi di ernia discale lombare. I risultati sono stati analizzati mediante due scale cliniche di valutazione: la Visual Analog Scale (VAS: strumento a forma di righello con una scala da 0 a 10 per quantificare il dolore) e l'Oswestry Disability Index (ODI: analizza l'impatto sociale dei sintomi, in pratica permette una valutazione della disabilità).

 

Entrambe le scale di valutazione riscontrarono un miglioramento dopo il trattamento con ossigeno ozono terapia, per la VAS di 3,9 e per la ODI del 25,7.

 

Le complicanze sono estremamente basse (meno del 0,1% e dovute principalmente a errori di tecnica e solo in minima parte al gas) e a carattere transitorio. Le pochissime complicanze descritte sono una diminuzione transitoria, circa due ore, della sensibilità all'arto inferiore omolaterale probabilmente dovuta a un'iniezione di anestetico a livello del ganglio spinale, lieve dispnea (il gas è irritante se inalato) scomparsa dopo aereazione del locale (vedi pagina STORIA E CARATTERISTICHE CHIMICHE), transitorio aumento dei sintomi, distensione della cute a livello del trattamento risolto spontaneamente in 24 ore.

 

L'outcome (esiti a distanza) funzionale e del dolore con l'ossigeno ozono terapia risultarono simili a quelli ottenuti con il trattamento chirurgico ma con complicanze più basse.

 

Per confermare l’efficacia di un intervento sanitario, lo strumento migliore è uno studio clinico nel quale si confrontano due gruppi di soggetti del tutto simili da un punto di vista clinico e anamnestico, che saranno sottoposti a due trattamenti differenti (randomised controlled trial). Al gruppo “studio” si applica il trattamento di cui si vuole valutare l’efficacia, mentre al gruppo “controllo” è sottoposto al trattamento di riferimento che può essere quello standard in base alle linee guida della letteratura internazionale o un trattamento che simula il trattamento di cui si vuole valutare l'efficacia.

L’inserimento dei soggetti a uno dei due gruppi deve essere del tutto casuale (randomised), e chi valuta prima e dopo i pazienti non deve essere informato del tipo di trattamento in atto nel paziente (cecità dello studio).

 

Lo studio di Paoloni (2) del 2009 presenta le suddette caratteristiche di randomised controlled trial. Sono stati valutati 60 pazienti con lombalgia acuta da ernia discale lombare. I pazienti sono stati suddivisi in modo random in due gruppi di trattamento uno con ossigeno ozono terapia intramuscolare e l'altro con un trattamento con iniezioni simulate con aghi che veniva messi ponevano a contatto con la cute però senza perforarla, poi veniva effettuato lo stesso massaggio e applicato lo stesso cerotto come nell'altro gruppo.

 

Una differenza significativa è stata riscontrata a sei mesi tra i due gruppi con una scomparsa del dolore a sei mesi nel 61% dei pazienti trattati con ossigeno ozono terapia contro il 33% dei pazienti trattati nel gruppo di controllo. A 15 e 30 giorni dall'inizio del trattamento, nel gruppo sottoposto a ossigeno ozono terapia vi è stata una riduzione del numero di farmaci anti-infiammatori assunti. Non si sono avuti effetti collaterali o eventi avversi.

 

I risultati ottenuti con la tecnica di infiltrazione muscolare di ossigeno ozono sono risultati solo lievemente inferiori a quelli ottenuti da Bonetti con le infiltrazioni foraminali Tomografia Computerizzata (TC) guidate che aveva trovato una scomparsa del dolore nel 84% dei pazienti dopo una settimana e nel 74% dei pazienti a distanza di 6 mesi.

 

Bonetti (3) ha effettuato uno studio randomised controlled trial su 306 pazienti affetti da lombalgia acuta e cronica con sciatalgia da ernia discale divisi in due gruppi di trattamento: infiltrazione TC guidata con ossigeno ozono terapia e infiltrazione TC guidata con steroidi. Entrando nell'analisi dello studio risulta che il trattamento con ossigeno ozono ha ottenuto i migliori risultati rispetto al trattamento con steroidi e non ha presentato eventi avversi.

 

Una recente meta-analisi del 2012 di De Oliveira (4) pubblicata in una rivista con alto impact factor (misura che serve per dare una valutazione empirica dell'importanza e della credibilità delle riviste scientifiche) ha analizzato i risultati di otto studi osservazionali e quattro studi clinici randomizzati. Gli studi di meta-analisi hanno un grande valore di evidenza scientifica perché non rappresentano i risultati di una singola ricerca ma l'analisi di più studi. Per la prima volta il valore dell'ossigeno ozono terapia è stato stabilito in accordo con i criteri di medicina basata sull'evidenza (Evidence Based Medicine). I livelli di evidenza, in accordo con la classificazione della USPSTF (5), per il trattamento dell'ernia discale lombare con ossigeno ozonoterapia sono:

Livello II-1 per il trattamento con ozono intramuscolare paraverterbrale con grado di raccomandazione I-B;

Livello II-3 per il trattamento con ozono intradiscale con grado di raccomandazione I-C.

 

Bibliografia citata:

 

1) Steppan J. et al.: A metaanalysis of the effectiveness and safety of ozone treatments for herniated lumbar discs. J Vasc Interv Radiol 2010; 21(4):534-48.

 

2) Paoloni M. et al.: Intramuscolar Oxygen-Ozone Therapy in the treatment of acute back pain with lumbar disc herniation. Spine 2009; 34(13):1337-1344.

 

3) Bonetti M. et al.: Intraforaminal O2-O3 versus periradicular steroidal infiltrations in lower back pain: randomized controlled study. Am J Neruoradiol 2005;26:996-1000.

 

4) De Oliveira Magalhaes FN et al.:“Ozone Therapy as a as a Treatment for Low Back Pain Secondary to Herniated Disc: A Systematic Review and Meta-analysis of Randomized Controlled Trials”. Pain Physician 2012; 15:E115-E129 • ISSN 2150-1149.

 

5) Berg AO, JD. A. Introducing the third U.S. Preventive Services Task Force. Am J Prev Med 2001; 20:21-35.

 

18/03/2015 07:13 pm

CHIRURGIA VERTEBRALE MININVASIVA PERCUTANEA

CHIRURGIA VERTEBRALE MININVASIVA PERCUTANEA - Dr. Vanni VERONESI

CIFOPLASTICA E VERTEBROPLASTICA IN ANESTESIA GENERALE O LOCALE

Dr. Vanni VERONESI

DISCOLISI (NUCLEOPLASTICA) IN ANESTESIA LOCALE

FUSIONE VERTEBRALE LOMBARE MININVASIVA

FUSIONE VERTEBRALE LOMBARE MININVASIVA - Dr. Vanni VERONESI

IN ANESTESIA GENERALE

SEZIONE FILUM TERMINALE EXTRADURALE

SEZIONE FILUM TERMINALE EXTRADURALE - Dr. Vanni VERONESI

IN ANESTESIA LOCALE