Home » CHIRURGIA COLONNA VERTEBRALE » ANATOMIA DELLA COLONNA VERTEBRALE

ANATOMIA DELLA COLONNA VERTEBRALE

ANATOMIA DELLA COLONNA VERTEBRALE - Dr. Vanni VERONESI

La colonna vertebrale è formata da 33-34 ossa sovrapposte, le vertebre, di varie dimensioni e forme, ciascuna delle quali presenta un corpo anteriormente e un arco posteriormente tra i quali si trova un foro. La sovrapposizione dei fori determina il formarsi di un canale, il canale vertebrale, che contiene e protegge il midollo spinale. La colonna vertebrale si estende dalla base del cranio al coccige.

 

Tra i corpi vertebrali è presente il disco intervertebrale formato da collagene che è un materiale di consistenza simile al naso. I dischi intervertebrali hanno la funzione di assorbire i traumi, permettere il movimento armonico delle porzioni ossee della colonna vertebrale e di dissipare le forze che si vengono a creare nei movimenti articolari ossei.
 

Il rachide è suddiviso in alcuni segmenti:

 

 - La colonna vertebrale cervicale (parte gialla nel disegno) è composta dalle vertebre del collo, presenta un alto grado di flessibilità che predispone a una frequenza abbastanza alta di patologie del disco intervertebrale e d’insorgenza di artrosi;

 

- La colonna vertebrale toracica (parte verde nel disegno) inizia dalla prima vertebra che si articola con la costola e termina nella parte inferiore della gabbia toracica;

 

- La colonna vertebrale lombare (parte marrone nel disegno) presenta cinque o sei vertebre;

 

- Il sacro (parte grigia nel disegno) è composto da cinque vertebre fuse tra loro e si articola con le ossa del bacino;

 

- Il coccige (parte arancione nel disegno) è l’ultimo segmento osseo della colonna vertebrale ed è formato da quattro-cinque vertebre fuse tra loro.

 

Normalmente il sacro e il coccige non contengono materiale discale.

 

Vista lateralmente (parte destra del disegno) la colonna vertebrale presenta delle curve fisiologiche divise in due cifosi e due lordosi: i tratti cervicale e lombare sono lordosi con concavità posteriore e convessità anteriore; i tratti dorsale e sacro-coccigeo hanno una convessità posteriore e concavità anteriore.

 

Patologie della colonna vertebrale possono essere presenti in qualsiasi elemento della colonna vertebrale.

 

La patologia degenerativa è più frequentemente presente a livello delle articolazioni ossee cervicali e lombari, il conseguente aumento della componente ossea e legamentosa può causare condizioni patologiche definite come stenosi che portano a compressione dei nervi e divenire sintomatiche.

 

Il disco intervertebrale può erniare o mobilizzarsi in posizioni anomale provocando dolore al rachide, dolore da compressione delle radici nervose, alterazioni neurologiche da compressione del midollo spinale.

 

Altre condizioni patologiche quali neoplasie e infezioni possono essere presenti in tutte i vari segmenti del rachide.

 

18/03/2015 07:22 pm

SEZIONE FILUM TERMINALE EXTRADURALE

SEZIONE FILUM TERMINALE EXTRADURALE - Dr. Vanni VERONESI

IN ANESTESIA LOCALE

CHIRURGIA VERTEBRALE MININVASIVA PERCUTANEA

CHIRURGIA VERTEBRALE MININVASIVA PERCUTANEA - Dr. Vanni VERONESI

CIFOPLASTICA E VERTEBROPLASTICA IN ANESTESIA GENERALE O LOCALE

Dr. Vanni VERONESI

DISCOLISI (NUCLEOPLASTICA) IN ANESTESIA LOCALE

FUSIONE VERTEBRALE LOMBARE MININVASIVA

FUSIONE VERTEBRALE LOMBARE MININVASIVA - Dr. Vanni VERONESI

IN ANESTESIA GENERALE